Debate

Il «debate» è una metodologia per acquisire competenze trasversali («life skill»), che favorisce il cooperative learning e la peer education non solo tra studenti, ma anche tra docenti e tra docenti e studenti.

Il debate consiste in un confronto fra due squadre di studenti che sostengono e controbattono un'affermazione o un argomento dato dal docente, ponendosi in un campo (pro) o nell'altro (contro).

Il tema individuato è tra quelli poco dibattuti nell'attività didattica tradizionale. Dal tema scelto prende il via il dibattito, una discussione formale, dettata da regole e tempi precisi, preparata con esercizi di documentazione (cercare e selezionare le fonti informative, valutandone l'attendibilità, la pertinenza, la natura) ed elaborazione critica.

Il debate aiuta i giovani a cercare e selezionare le fonti con l'obiettivo di formarsi un'opinione, sviluppare competenze di:

  • public speaking (saper comunicare in modo chiaro, corretto, non ambiguo, sintetico, sapendo argomentare la propria posizione);
  • educazione all'ascolto (saper rispettare le regole, attendere il proprio turno, ascoltare l'altro, legittimare punti di vista diversi dal proprio);
  • autovalutazione (saper valutare la propria performance e comprendere come migliorare);

e aiuta a migliorare la propria consapevolezza culturale e l'autostima.

Il debate allena la mente a non fossilizzarsi su personali opinioni, sviluppa il pensiero critico, arricchisce il bagaglio di competenze.

Il liceo Frisi aderisce alla rete WeDebate sotto l'egida del MIUR. www.debateitalia.it

RISULTATI

  • 2022: la squadra si è qualificata alle finali nazionali delle Olimpiadi di Debate, vincendo la gara regionale; nella gara finale si è classificata seconda. Singolarmente Sofia Rossi ha vinto l'oro (prima classificata) nella classifica debater, mentre Andrea Profili e Tommaso Godino sono settimi ex-equo (su 80 debaters).
  • 2021: la squadra si è qualificata alle finali nazionali delle Olimpiadi di Debate, vincendo la gara regionale; nella gara finale si è classificata seconda.

Per articoli dettagliata si invita a visitare la Rassegna Stampa.